Diritto allo studio.

In conformità alle disposizioni fissate dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2001, gli studenti RUFA concorrono all’assegnazione delle Borse di Studio e dei servizi previsti dal Diritto allo Studio Universitario. È prevista la concessione di borse di studio a concorso per merito e per reddito elargite dall’Agenzia per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio (LAZIODISU territoriale “La Sapienza” di Roma).
Il bando annuale per le borse di studio fissa i criteri di partecipazione.
Consultare il sito web dell’Agenzia per il Diritto agli Studi Universitari nel Lazio.

laziodisu

Norme sul diritto agli Studi Universitari:
Legge 2 dicembre 1991, n. 390, pubblicata in G.U. n. 291 del 12 dicembre 1991.


Collaborazioni studentesche
Durante ogni anno accademico RUFA pubblica il bando per l’assegnazione delle collaborazioni studentesche in attività logistiche. Le attività di supporto docenza, esami e amministrazione sono escluse dalle collaborazioni studentesche.
Ciascun incarico comporta un’attività lavorativa di 150 ore complessive da ripartire secondo le esigenze interne della struttura presso cui viene svolta la collaborazione. Il compenso per tale attività è attualmente fissato in Euro 7,23 per ora lavorativa (soggetto a variazione prima dell’uscita del bando), è esente da ILOR e da IRPEF ed è al netto dell’onere per la copertura assicurativa.
Alle collaborazioni possono accedere gli allievi RUFA iscritti ai corsi di Diploma Accademico di Primo e Secondo livello in regola con il pagamento delle tasse, soprattasse e contributi.
Al momento della richiesta gli Studenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) regolare iscrizione ad un corso di Diploma Accademico di Primo Livello o Diploma Accademico di Secondo Livello dal secondo anno al primo anno F.C.
b) se trasferiti, un anno dalla data del trasferimento da altra università;
c) non essere lavoratori dipendenti o autonomi;
d) non essersi resi responsabili di fatti o comportamenti che abbiano procurato turbative o pregiudizi alla funzionalità di strutture di assegnazione durante lo svolgimento di precedenti prestazioni collaborative, addivenendo alla risoluzione del contratto;
e) abbiano maturato almeno i 2/5 dei crediti complessivamente previsti dal piano di studi in riferimento all’anno di iscrizione;
f) non abbiano in corso o non abbiano subito provvedimenti disciplinari ovvero non siano stati sottoposti a procedimenti giudiziari penali.


RUFA
Tutti gli anni, RUFA e diverse istituzioni pubbliche e private offrono agli studenti italiani borse di studio a copertura parziale della quota di frequenza pari al 33%.
Ulteriori agevolazioni sono riservate a studenti stranieri.
La RUFA si riserva inoltre di offrire borse di studio a parziale copertura della quota di frequenza, in caso di erogazione, da parte dello studente, di attività di supporto operativo e didattico.
A tutti gli studenti che effettuano il versamento dell’ intera quota di frequenza in un’unica rata, all’ atto dell’ immatricolazione, entro il 30 Settembre, la RUFA riconosce una riduzione del 5% sulla retta.