Andrea Marcuccetti

Laureato in Architettura presso l’Università di Firenze sul tema: La casa di Gheddafi, (relatore Paolo Galli) tra gli altri studi universitari: è Dottore di Ricerca in “Progetto dello Spazio” (Sapienza Roma) e “Pianificazione del territorio, urbanistica” (Laboratorie Territoire, Ville Environnement et Société, Université Lille nord de France), è coordinatore dottorandi presso il Dipartimento Arcos Facoltà di architettura Sapienza e Cultore della Materia in Progettazione Architettonica (ICAR 14), consegue il Master in “Progettazione di chiese” (Sapienza Roma) e segue il corso in Filosofia Indiana “dal Samkhya al Tantra” Facoltà di Studi Orientali, (Sapienza Roma).

Già docente alla RuFa di Roma (Rome University of Fine Arts) in Storia del Design 1 Storia del Design 2 e Elementi di Architettura e Urbanistica; Coordinatore Atelier international, Master 2 Urbanisme et Amenagément, Sorbona di Parigi/Sapienza di Roma e Demanio dello Stato Italiano sullo “Sviluppo dell’Osservatorio del Collegio Romano“; Master I livello in “Allestimento e progettazione dei componenti”, (Sapienza), Master II livello “Arte per la Liturgia”, (Accademia di Belle Arti, Lecce), Master II livello in “Progettazione di Chiese”, (Sapienza – Conferenza Episcopale Italiana) corso: Progettazione di luoghi di culto nelle religioni monoteiste. Collabora dal 2004 con la Facoltà di architettura Sapienza, Laurea quinquennale in Architettura UE: -Corso Progettazione architettonica IV. (ICAR 14)-Lab. di Architettura degli Interni II.(ICAR 16); Corsi di aggiornamento per sostenere l’Esame di Stato (Sapienza); Incaricato dall’ “Institut de Aménagement et Urbaniste de Lille” IAUL, Francia sul riqualificare la periferia con il recupero di edifici pubblici residenziali di qualità, lezione e visita al Corviale, Roma e alla chiesa “Dives in Misericordia” di Richard Meyer a Tor Tre Teste a Roma.

È curatore della mostra: “Le forme dei marmi. La Versilia Medicea, 500 anni dopo. Sacro e Profano nella contemporaneità”. MuSA (Museo virtuale della scultura e dell’architettura) di Pietrasanta e Palazzo Mediceo di Seravezza.

Pubblica numerosi articoli e saggi tra i quali: “La chiesa nella città a 50 anni dal Concilio Vaticano II” ed. Bononia University Press, 2016. saggio: Dal calice alla Smart City. Convegno internazionale “Old Religion, New Spirituality, continuity and changes in the background of secularization” in Tartu, Estonia “New attraction between Sacred and Sanctified in the smart citie”; Convegno Internazionale La chiesa nella citta’ a 50 anni dal Concilio Vaticano II, Dies Domini – Centro Studi per l’architettura sacra e la città, Fondazione Card. Giacomo Lercaro, Bologna, “Dal calice alla Smart City”; Creative Space (Volume-1, Number-2, January 2014), Head, Centre for Advanced Studies in Architecture Chitkara School of Planning & Architecture, Chitkara University, Punjab India “From the Chalice to the Smart City Attraction and repulsion within sanctified space in the 21st century. Projects in the new urban centeres; Territoire en Mouvement, revue de géographie et d’amenagement, L’espace du sacré à Rome: le visible, l’invisible, les scénarios futurs, Université Lille1 ; Tanexplora – Evoluzioni Contemporanee nell’architettura cimiteriale, Il cimitero è morto. Pace all’anima sua. Rivista IN_BO. Ricerche e progetti per il territorio, la città e l’architettura, rivista on-line del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale dell’Università di Bologna. Ippolito A, “L’archinatura” ed. Franco Angeli, Contributo con articoli e foto sul capitolo “Natura sull’Architettura”.

È relatore nelle Conferenze: 3rd ISA Forum of Sociology “ The futures we want:Global sociology and the struggles for a better world” in Vien Universität, Austria; Convegno internazionale “Old Religion, New Spirituality, continuity and changes in the background of secularization” in Tartu University, Estonia.“New attraction between Sacred and Sanctified in the smart citie”, Convegno Internazionale La chiesa nella citta’ a 50 anni dal Conclio Vaticano II, Dies Domini – Centro Studi per l’architettura sacra e la città, Fondazione Card.Giacomo Lercaro, Bologna, “Dal calice alla Smart City” II Osservatorio Sull’architettura Sacra, Dies Domini centro studi per l’architettura sacra e la città Fondazione Card. Giacomo Lercaro, Bologna (Invitato in qualità di esperto), Architettura e liturgia: autonomia e norma nel progetto architettonico e liturgico, Progetto di concorso per la Diocesi di Prato, Centro parrocchiale “Visitazione” a Galciana, 2008(menzione); Esthetics and Spirituality: Places of Interiority, conferenza Katholieke Universiteit .– Leuven.Co-organisé par KU Leuven, UCL, ULB et Lille III, Intervento : “The construction of sacred space in the 21st century, in Italy and France: between tradition and future, attraction and repulsion. Sacred space projects in the new place of urban center : the examples of Rome and Paris”; Tanexplora, conferenza “Evoluzioni Contemporanee nell’Architettura Cimiteriale”, Simposio interdisciplinare presso Palazzo Re Enzo, Sala del Capitano Bologna, “Il cimitero è morto. Pace all’anima sua”; 1st International Self Made City Workshop Istituto svizzero Roma, tema: “I luoghi di culto nelle città abusive”; Ecclesia, esposizione di arredo per il sacro, Campi Salentina, “Il gusto del sacro”; IV edizione del Festival Biblico a Vicenza, “Abitare i luoghi di culto nelle religioni monoteiste”; Convegno“Dall’opera d’arte all’edificio, dall’edificio alla città” alla fiera DENKMAL sul restauro, a Leipzig in Germania.

Partecipa a mostre quali: “Pietrasanta Arts and Crafts” esposizione: Urnlight” e lavabo Ape Maya, Galleria Pall Mall, Londra, Le Mani: Eccellenze in Versilia”, esposizione: lavabo Ape Maya e pavimento in marmo Arlecchino, Cappella Medicea, Seravezza/MuSA (Museo virtuale della scultura e dell’architettura) di Pietrasanta, CNA Toscana. The Eleventh Plateau in Hydra, Grecia, progetto e realizzazione “Compass of the sacred” , org. Outofttheboxintermedia e Tanexpo 2010 a Bologna, Facoltà di Architettura “Sapienza”, invitata a presentare progetti innovativi per i cimiteri, Tanexpo Bologna con progetti: Facetomb e Urnlight, Urnlight System.

Svolge attività professionale in forma individuale e associata con progetti architettonici e disegna e realizza oggetti di design e componenti di arredo.