Daniele Spanò

(Roma 1979) dopo una formazione da scenografo, inizia il l’attività di regista e artista visivo soprattutto nell’ambito della performance e della videoarte in cui svolge, in ugual misura, una profonda ricerca e sperimentazione.
Nel 2005 è stato parte del team creativo di supporto al celebre videoartista Gary Hill per la realizzazione della sua installazione Resounding Arches al Colosseo di Roma.
Nel febbraio 2011 viene selezionato dal celebre regista e artista Takeshi Kitano per rappresentare il fermento artistico della città di Roma per un format televisivo da lui condotto dal nome Takeshi’s Art Beat.
Dal 2012 al 2015 diviene consulente artistico per la Fondazione Romaeuropa e curatore della mostra DigitaLife presso il museo La Pelanda di Roma. Nello stesso periodo inizia la produzione dei lavori in grande formato su edifici monumentali attraverso la tecnica del videomapping.
Dal 2014 nasce la collaborazione con Luca Brinchi (santasangre) con il quale realizza contenuti multimediali per numerosi spettacoli teatrali. Questa proficua collaborazione porterà i due a misurarsi con il lavoro di registi come Federico Tiezzi, Massimo Popolizio, Fabrizio Arcuri, Andrea Baracco, Lisa Natoli, Valter Malosti e molti altri.
Nel 2016 progetta e realizza lo show multimediale per la presentazione della collezione Gucci Woman.
Dal 2016 al 2020 la ricerca nelle arti visive lo porta ad esporre i propri lavori In Armenia, negli Stati Uniti e in Russia oltre che in Italia.
Tra i lavori più importanti: Line In the Sand multimedia installation at Made in New York – Media Art Centre (NY City) 2019, Orbis, site-specific installation at Cafesjian Center for the Arts – Yerevan (Armenia) 2019, Quello che non ricordo, site-specific installation al Teatro Valle di Roma, celebratory project of William Kentridge work: Triumphs and Laments promoted. Il Giardino dei Sogni indoor video-mapping at Palazzo Venezia: project included in the exhibition: Giorgione I Labirinti del Cuore produced and promoted by MIBAC Ministry of Culture Italy 2017, Pneuma multimedia installation at Palazzo Collicola Arti Visive and included in the program of the 58th edition of the Festival dei Due Mondi 2015, Spoleto.