Daniele Spanò

(Roma 1979) dopo una formazione da scenografo, inizia il l’attività di regista e artista visivo.
Dal 2012 al 2015 è consulente artistico per la Fondazione Romaeuropa e curatore di DigitaLife presso il museo La Pelanda di Roma. Dal 2014 nasce la collaborazione con Luca Brinchi con il quale realizza contenuti multimediali per numerosi spettacoli teatrali.
Nel febbraio 2011 viene selezionato dal celebre regista e artista Takeshi Kitano per rappresentare il fermento artistico della città di Roma per un format televisivo da lui condotto.
Tra le creazioni più importanti: Orbis , Yerevan (Armenia) prodotto dall’Ambasciata Italiana in Armenia nel 2019, Pneuma per Palazzo Collicola Arti Visive e inserito nel programma della cinquantottesima edizione del Festival dei Due Mondi – Spoleto, Atto Primo a Piazza del Popolo a Roma nel 2013, Rifrazioni permanenti ,Piazza Colonna 2011 Roma, MiBAC .
Nel 2016 progetta e realizza lo show multimediale per la presentazione della collezioni Gucci woman. Nel 2016 insieme a Luca Brinchi, firma la regia le scene ed I video di Aminta prodotto dalla Sagra Musicale Malatestiana e il Teatro di Roma. Nel 2017 con Luca Brinchi realizza l’installazione multimediale Il Giardino dei sogni inserita all’interno della mostra su Giorgione a Palazzo Venezia – Roma, prodotta dal Polo Museale del Lazio (MIBAC)