Mauro Uzzeo

Sorry, this entry is only available in Italian.

Mauro Uzzeo (Marino, 25 Agosto 1979) è uno sceneggiatore italiano attivo nel campo del fumetto, del cinema e della televisione. Esordisce pubblicando racconti sulle pagine della rivista erotica Blue edita da Francesco Coniglio e, partendo dall’editoria indipendente (Velo di Maya, per Montego, Il gioco di Katie per Edizioni BD, Wonderland per Nicola Pesce Editore) raggiunge quella della grande distribuzione scrivendo diverse sceneggiature per John Doe (Editoriale Aurea), Orfani e Dylan Dog (Sergio Bonelli Editore).
Dal 2001 svolge l’attività di sceneggiatore e regista di cortometraggi animati (Tricky’n’Ducks, Il Bambino che ha spento le stelle), spot televisivi (Coca-cola, Vodafone, Particella di Sodio dell’Acqua Lete) e videoclip musicali (Tiromancino, Jovanotti, Subsonica, Planet Funk, Coolio & Snoop Dogg, Bungaro & Paola Cortellesi, Mimosa, Hedy Lamarr), ottenendone riconoscimenti italiani e internazionali.
Insegna comunicazione e narrazione cross-mediale e, dal 2005 al 2011 ricopre la carica di Direttore Responsabile del reparto creativo della Rainbow CGI affiancando Iginio Straffi nella realizzazione delle avventure delle fatine del Winx Club, e coadiuvandolo nella regia di Gladiatori di Roma.
Per Graphilm e Rai Fiction collabora alla scrittura di Bu-Bum! La strada verso casa, un cartone animato ideato da Maurizio Forestieri, Giovanni Di Gregorio e Francesco Artibani trasmesso in Italia, da Rai Gulp, dal 1º luglio 2016.
Inviato fisso ai più importanti festival italiani, scrive di Cinema per La Repubblica – XL, e per BestMovie.
Nel 2011 rientra nella cinquina di candidati al David di Donatello per il suo lavoro sugli effetti digitali del film L’ultimo terrestre (esordio alla regia del fumettista/illustratore Gipi) e cura la regia della sigla animata del film di Fausto Brizzi Com’è bello far l’amore.
Sua è la regia delle cinque puntate di #Cose da Uomini – serial web prodotto da Fish-Eye insieme al Dipartimento delle pari opportunità – per sensibilizzare sul tema della violenza sulla donna.
Nel 2014, su soggetto di Roberto Recchioni e per la regia di Ivan Silvestrini, sceneggia MONOLITH, primo lungometraggio prodotto dalla Sergio Bonelli Editore insieme a Sky e Lock & Valentine. Tratto dall’omonima graphic novel scritta con Roberto Recchioni per i disegni di Lorenzo LRNZ Ceccotti, il film è stato presentato con successo all’edizione 2016 del FrightFest di Londra.
Il suo primo romanzo autoprodotto: Non ti stavo cercando – dal nome del blog omonimo che tiene dal gennaio del 2010 – presentato a Lucca Comics & Games 2015, nel vende in un solo giorno l’intera tiratura di trecento copie.
Nel 2015 – insieme a Gud, Paolo Campana, S3keno Piccoli e Fabrizio Verrocchi – inventa e organizza l’ARF!, festival romano dedicato al fumetto, che si svolge all’interno del museo MACRO di Roma.
Candidato al Premio Micheluzzi per il suo albo d’esordio su John Doe, nel settembre del 2016 vince il Premio Andrea Pazienza per il suo ruolo di “agitatore culturale” e come “Miglior Sceneggiatore del 2016”.
Dal 2018 insegna Scrittura Creativa all’Accademia RUFA.