绘画和雕塑

A Villa Medici la mostra degli artisti in residenza

对不起,此内容只适用于意大利文。 For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

In linea con la vitalità dell’istituzione francese guidata da Muriel Mayette-Holtz, inaugura stasera, 13 luglio, alle 19.00 a Villa Medici la mostra Swimming is saving, a cura di Chiara Parisi. L’esposizione raccoglie i progetti dei quindici artisti e creativi in residenza in villa, con la partecipazione speciale dell’artista e la poetessa libanese Etel Adnan. Prima di un ciclo dal titolo L ORO, la mostra è concepita come un laboratorio, un terreno di confronto in cui si incrociano discipline molteplici ed esperienze eterogenee che nascono negli spazi affascinanti ed evocativi dell’Accademia di Francia, presentando i lavori ideati appositamente per la mostra – alcuni dei quali saranno esposti in autunno a Parigi, nell’ambito del festival ¡Viva Villa! (Città Internazionale delle Arti di Montmartre dal 29 settembre al 7 ottobre). La memoria e la coscienza collettive sono le protagoniste nei progetti di Lancelot Hamelin, scrittore e autore teatrale, e di Lucia Piccioni, storica dell’arte; l’artista Kenny Dunkan e la paesaggista Laure Thierée operano con la strategia dell’infiltrazione urbana e architettonica; nuove composizioni in situ sono quelle create da Benjamin Attahir, compositore, violinista e direttore d’orchestra, Alvise Sinivia, musicista e performer, e Francesca Verunelli, compositrice e pianista; i progetti degli artisti Mathieu Kleyebe AbonnencEva JospinOlivier Kosta-Théfaine, dei fotografi Simon Brodbeck & Lucie de Barbuat e del regista Simon Rouby aprono nuovi orizzonti fisici e concettuali agli spazi classici medicei; le sensazioni sono al centro dell’esperienza proposta da Sébastien Smirou, scrittore e psicanalista; il confronto viene esplorato da Stéphanie Ovide, restauratrice tessile, in collaborazione con la grande artista Etel Adnan.

Info: www.villamedici.it