Cinema e Fotografia

RUFA premia “The newspaper” al The 48 Hour Film Project

Un’energia che, come di consueto, ha avvolto Roma trasferendo le magie e le atmosfere del cinema ai tanti ragazzi che hanno preso parte all’evento. La tredicesima edizione del 48 Hour Film Project è consegnata alla storia. Nella cornice dell’Ex Caserma Guido Reni, tra il 18 e il 20 ottobre, gli aspiranti filmmakers in gara si sono sfidati nel realizzare in sole 48 ore il loro cortometraggio secondo un genere sorteggiato da loro stessi e alcune linee guide svelate dalle organizzatrici nel corso del kick off: ogni anno, infatti, oltre al genere viene assegnato un personaggio, un oggetto di scena e una frase da inserire all’interno del corto.

Per il quinto anno consecutivo RUFA – Rome University of Fine Arts ha assegnato un premio speciale, offrendo un riconoscimento in denaro al miglior talento. Hanno preso parte alla serata di gala l’amministratore delegato Alessandro Mongelli, il direttore Fabio Mongelli e il docente Raffaele Simongini. Ospite d’eccezione, seppur in forma virtuale, Daniele Ciprì che ha sottolineato la valenza dell’evento e il valore formativo dello stesso. Il Premio Speciale RUFA per il Miglior Talento è stato assegnato, dallo stesso Ciprì, a Francesco Agostini, regista di “The Newspaper”. Daniele Ciprì nel video proiettato ha tenuto a enfatizzare il valore non solo del regista del film, ma di tutte le figure coinvolte nella sua realizzazione. Il corto è stato creato e scritto da Valentina Luca, prodotto da Uragani Nudi, con la fotografia affidata ad Alex Cavuoto. Operatori di camera Marco Bonci ed Alex Cavuoto; assistente di produzione Natalia Nieves Iszakovits; musiche di Lorenzo Badioli e Lorenzo Barone; sound Giacomo Bertozzini; costumi Valentina Luca Laura Majani. Ilaria Canalini, Antonio Frazzoni e Luca Sisti Onorato gli attori che hanno preso parte al progetto.

«RUFA – ha spiegato il direttore Fabio Mongelli – è fiera di essere a fianco degli studenti in questo percorso. Lo scrittore britannico Tom Hodgkinson era solito affermare che “la carriera è un sentiero tracciato da un’autorità esterna, ma chi è veramente libero, invece, sceglie il proprio sentiero tra i boschi”. Il riconoscimento che l’Accademia eroga è la rappresentazione fisica che ogni traguardo può essere raggiunto, che ogni strada, piccola o grande che sia, può essere seguita e affrontata».

Il festival è realizzato con il contributo e il patrocinio della Direzione generale cinema e audiovisivo – Ministero dei beni e delle attività Culturali e dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America. L’intera esperienza è organizzata da Le Bestevem, un’associazione culturale composta da sole donne, operanti nel settore artistico e audiovisivo, impegnate nella ricerca di nuovi modelli di ideazione, produzione e distribuzione audiovisiva.


48h film project 2019