Bandi

Fine arts

Pittura e arti visive

Scultura e installazione

Open call: Lefranc Bourgeois 300. Residenza per artisti under 40

Da Matisse e Cezanne a Picasso, da Arman a Niki de Saint Phalle, tante generazioni di artisti, anche molto distanti tra loro, per cultura, periodo storico, esperienze, dialettica e linguaggio. Ma c’è una cosa che li avvicina tutti, da 300 anni a questa parte: il colore. E in particolare i colori di quello che più che un brand oggi possiamo considerare un tassello della storia dell’arte moderna e contemporanea.

Parliamo di Lefranc Bourgeois, che nel 2020 celebra i suoi 300 anni di attività. Anni di ricerca, profondità e calibratura, per cercare di mettere nelle mani degli artisti i colori migliori per potersi esprimere. Ancora oggi lo fanno, in casa Lefranc Bourgeois, e adesso la mission è quella della sostenibilità, in virtù della quale sono stati prodotti anche i colori “cadmio-free”.

Ma il 2020 è anche l’anno dei festeggiamenti, per dare valore e sostanza a questi primi tre secoli di storia. E Lefranc Bourgeois ha pensato di celebrarli insieme ai suoi compagni di viaggio prediletti, gli artisti, organizzando per loro un programma di residenze d’artista, in collaborazione con Inside Art, dal titolo Atelier 300.
 

Il programma

Il format, rivolto a tutti gli artisti under 40, prevede una residenza artistica di 2 settimane a Roma, con la possibilità di produrre un’opera (o un gruppo di opere) negli spazi di Fondamenta gallery.

Tali opere dovranno essere ispirate al concept “Deep Blue”, un modo per rendere omaggio al colore che caratterizza, storicamente, il brand. La residenza si svolgerà dal 21 settembre al 5 ottobre e nell’ambito della loro permanenza gli artisti saranno anche protagonisti di un efficace programma di comunicazione incentrato su di loro e sul loro lavoro. Avranno solo una preoccupazione: tuffarsi a tempo pieno nel loro lavoro e nel vortice creativo. A tutto il resto penserà l’organizzazione.

La call è gratuita ed è aperta dal 29 giugno al 29 agosto. Nella domanda, oltre alle informazioni anagrafiche e curriculari, bisognerà descrivere l’opera/progetto che si intende realizzare. Il tutto andrà inviato alla mail fondamenta@insideart.eu.

Dopo tale scadenza le domande pervenute saranno valutate da una giuria composta da Ivan Quaroni (curatore e critico), Fabrizio Pizzuto (curatore e critico), Thierry Collot (General director Lefranc Bourgeois) e Guido Talarico (editore e direttore di Inside Art).