Pittura e Scultura

A Villa Medici la mostra degli artisti in residenza

In linea con la vitalità dell’istituzione francese guidata da Muriel Mayette-Holtz, inaugura stasera, 13 luglio, alle 19.00 a Villa Medici la mostra Swimming is saving, a cura di Chiara Parisi. L’esposizione raccoglie i progetti dei quindici artisti e creativi in residenza in villa, con la partecipazione speciale dell’artista e la poetessa libanese Etel Adnan. Prima di un ciclo dal titolo L ORO, la mostra è concepita come un laboratorio, un terreno di confronto in cui si incrociano discipline molteplici ed esperienze eterogenee che nascono negli spazi affascinanti ed evocativi dell’Accademia di Francia, presentando i lavori ideati appositamente per la mostra – alcuni dei quali saranno esposti in autunno a Parigi, nell’ambito del festival ¡Viva Villa! (Città Internazionale delle Arti di Montmartre dal 29 settembre al 7 ottobre). La memoria e la coscienza collettive sono le protagoniste nei progetti di Lancelot Hamelin, scrittore e autore teatrale, e di Lucia Piccioni, storica dell’arte; l’artista Kenny Dunkan e la paesaggista Laure Thierée operano con la strategia dell’infiltrazione urbana e architettonica; nuove composizioni in situ sono quelle create da Benjamin Attahir, compositore, violinista e direttore d’orchestra, Alvise Sinivia, musicista e performer, e Francesca Verunelli, compositrice e pianista; i progetti degli artisti Mathieu Kleyebe AbonnencEva JospinOlivier Kosta-Théfaine, dei fotografi Simon Brodbeck & Lucie de Barbuat e del regista Simon Rouby aprono nuovi orizzonti fisici e concettuali agli spazi classici medicei; le sensazioni sono al centro dell’esperienza proposta da Sébastien Smirou, scrittore e psicanalista; il confronto viene esplorato da Stéphanie Ovide, restauratrice tessile, in collaborazione con la grande artista Etel Adnan.

Info: www.villamedici.it