Emanuela Mottola

Classe: 1994
Nazionalità: Italiana | Italian
Corso di laurea: Multimedia Arts and Design

 
Emanuela Mottola nasce nel 1994 a Roma. Frequenta il Liceo Scientifico, per poi conseguire la laurea triennale in Disegno Industriale presso la “Sapienza” . Il progetto di tesi è stato pubblicato sul volume ADI Index 2017 e le è stato conferito il Premio Eccellenze del Design nel Lazio 2017. Successivamente frequenta un Master di I livello in Interior, Exhibit & Retail Design al Politecnico di Torino, per poi iscriversi al corso in Multimedia Arts and Design alla RUFA, durante il quale svolge uno stage presso Studio Azzurro a Milano,
collaborando alla realizzazione della mostra “Fellini 100. Genio Immortale”. Attualmente membro del collettivo artistico Quadro Quantico, fondato nel 2017 a Roma. Ha partecipato ai seguenti festival: Segnali e MediaArt nel 2018; Fashion digital night, Blooming, Roma Europa, Fano jazz by Sea e Stradarolo nel 2019; RGB light Experience 2020. Oltre a collaborare con il collettivo, lavora come progettista
di sistemi interattivi e spazi multimediali.
 

Classificazione merceologica può contenere tracce di esseri umani

Contro ogni standardizzazione, questo progetto si pone l’obiettivo di oggettivare l’essere umano, esasperando la sua categorizzazione e traducendolo in un codice a barre. Una installazione identifica e classifica i fruitori attraverso l’analisi della voce, carica di espressività ed emozioni. Un programma analizza le informazioni extralinguistiche delle voci dei fruitori, secondo criteri predefiniti. La macchina, quindi, si fa giudice di ciò che una voce le ha trasmesso, racchiudendola in una categoria.

Le molteplici e variabili informazioni di ogni voce, limitate in categorie di classificazione, mostrano quanto sia riduttivo confinare gli individui in schemi prestabiliti.