Bandi

Economia circolare e design, aperto il contest Particle Social Furniture

Disculpa, pero esta entrada está disponible sólo en Italiano y Inglés Estadounidense.

RUFA, come partner accademico di riferimento, è pronta a sostenere la sfida lanciata da Particle finalizzata a promuovere, nella visione del suo fondatore Bruno Bolfo, l’arte e la cultura avvicinandole al grande pubblico, evitando quell’approccio elitario e distaccato che spesso è l’opposto di ciò che l’arte stessa vuole comunicare.

In tale contesto Particle ha inteso proporre il contest Social Furniture: una “design competition” incentrata sui temi della sostenibilità, del “social” design e dell’economia circolare. Il concorso richiede ai partecipanti di sviluppare nuove idee per ripensare al modo in cui i rifiuti in plastica possano essere rimodellati utilizzando il pensiero del design circolare, enfatizzandolo ed esplorando un nuovo equilibrio sociale coinvolgendo le comunità.

Per candidarsi è possibile inoltrare la propria candidatura entro il prossimo 15 novembre sul sito Particle nella sezione Social Furniture. I progetti dovranno poi essere caricati online entro il 5 dicembre, insieme a una breve biografia del designer. Tutte le esperienze inoltrate saranno incluse sulla piattaforma digitale di Particle Sostenibilità.

Possono partecipare gli studenti in corso di laurea e i laureati nei due anni precedenti. È possibile iscriversi singolarmente o in gruppo, anche con membri di diverse città e università. La candidatura è aperta a tutti, ma indirizzata in particolare agli istituti e alle università di design con sede in Italia o in Malesia. Questa scelta è motivata dalla collaborazione di lungo termine posta in essere con l’Ambasciata italiana che ha sede nel Paese asiatico.
Partecipando sarà possibile sperimentare un approccio al design a tutto tondo, con la possibilità di sedersi al tavolo della strategia con partner e sponsor, per contribuire a ridisegnare l’approccio dell’intera industria ai temi di sostenibilità.

Il concorso vanta un montepremi totale di 6.500 euro. Sarà assegnato al primo classificato un premio pari a 3 mila euro, mentre mille euro andranno agli autori dei progetti finalisti selezionati. Il 15 dicembre 2021 verranno annunciati i tre progetti finalisti, selezionati dalla giuria in base alla loro fattibilità, appetibilità e commerciabilità. La giuria è composta da: Francesca Lanzavecchia, fondatrice e direttrice creativa di Lanzavecchia + Wai; Hunn Wai, fondatore e direttore creative di Lanzavecchia + Wai; Bruno Bolfo: fondatore di Particle, collezionista d’arte e imprenditore; Zafri Merican, vice presidente di PEREKA, l’Associazione Malesiana di Designers Industriali; Maria Cristina Didero, curatrice e giornalista indipendente.

Particle inoltre invita studenti e docenti a raccontare la loro opinione legata ai temi del design e della sostenibilità, attraverso la registrazione di
un video verticale, zero limiti di tempo, zero editing richiesto. Alcuni spunti di riflessione suggeriti da Particle in questo documento.