Scultura e installazione

Partito il tour Italiano di Anything to say?

Disculpa, pero esta entrada está disponible sólo en Italiano.

Dopo Napoli, approda a Roma il gruppo scultoreo che ha girato mezza Europa in difesa della libertà di espressione.
Dall’1 al 7 giugno 2024, Piazza Orazio Giustiniani sarà il palcoscenico romano per Anything to Say?, l’opera itinerante del docente RUFA Davide Dormino dedicata alla libertà di espressione.

 
La scultura in bronzo raffigura tre figure simbolo della contemporaneità in piedi su tre sedie, con una quarta sedia vuota che invita il pubblico a prendere posizione accanto a loro, in difesa del nostro diritto di sapere.
L’opera riflette sul concetto di monumento in senso contemporaneo, definito da Dormino come un lavoro sulla prospettiva.

L’Evento prenderà il via sabato 1 giugno alle ore 17:00 con «Open Chair», durante il quale la sedia vuota sarà il fulcro di una serie di interventi e performance artistiche che si alterneranno nel corso della giornata.
La comunità avrà l’opportunità di esprimersi liberamente, occupando simbolicamente la quarta sedia accanto ai tre protagonisti della scultura.
La manifestazione non è solo un’esposizione artistica, ma un evento nazionale che fonde arte, attivismo e musica, creando un potente dialogo sulla libertà di espressione e il nostro diritto alla conoscenza.
Dopo aver fatto tappa a Milano e Napoli, la città verso la quale si sposterà l’opera sarà Bologna il 13 e 14 giugno.

Il tour è finanziato grazie alle donazioni raccolte su GoFundMe che stanno contribuendo a coprire costi logistici e trasporto dell’opera. Ogni contributo permette di amplificare il messaggio di libertà e coraggio che Anything to say? porta con sé.
Per fare una donazione alla raccolta fondi, clicca qui.
 
Scopri di più su ANYTHING TO SAY