Il drammaturgo Cappuccio racconta il Gattopardo “segreto” agli studenti RUFA

Il 30 marzo una lezione dedicata al capolavoro cinematografico di Luchino Visconti

Ruggero Cappuccio è uno dei più affermati drammaturghi e registi teatrali italiani. Ha lavorato con importanti produzioni portando in scena, in molte occasioni, soggetti ambientati nel Sud Italia. È un profondo conscitore dell’antropologia e della cultura meridionale italiana, essendo anch’egli di origine partenopea. Per questo i docenti Stefania Conti e Alessandro Vergoz lo hanno coinvolto in Accademia per parlare del “Gattopardo”, il capolavoro di Luchino Visconti, ispirato all’opera letteraria del principe Giuseppe Tomasi di Lampedusa, considerato tuttora una pietra miliare della cinematografia del Novecento. Il 30 marzo dalle 15 alle 18 gli studenti RUFA avranno la possibilità di conoscere questo interessante interlocutore in una lezione aperta che si svolge in aula Magna. L’iniziativa è particolarmente consigliata agli studenti di scenografia e a quelli di cinema (II e III anno nonché Biennio), ma potranno partecipare tutti gli studenti che si iscriveranno dandone comunicazione in segreteria entro il 22 marzo. Il titolo della lezione è “Apparizione di una storia – un film segreto sul Gattopardo”. Nel corso dell’incontro saranno raccontati i personaggi misteriosi che si sono mossi nell’ombra durante la realizzazione di quell’opera: attori, scenografi, decoratori, costumisti, pittori, organizzatori, operai specializzati e musicisti hanno dato vita ad un’avventura artistica di elevatissimo livello che costituisce il nucleo di un autentico film segreto sul gattopardo.