Maker Faire, l’anteprima dei progetti RUFA
Maker Faire, l’anteprima dei progetti RUFA
13 ottobre 2016

L’Accademia partecipa alla Maker Faire 2016, da domani alla Fiera di Roma. Seguite il racconto della giornata su #rufamakers

La Maker Faire di Roma apre i battenti venerdì. Anche RUFA sarà presente, proponendo al pubblico alcuni interessanti progetti altamente innovativi dei suoi studenti. Ve li presentiamo in anteprima.

PIJAMOSE ROMA
a cura di Alessia Kuster, Giovanna Schivo, Matteo Hrvatin e Marco Taurino, coordinati dai prof. Fabio Mongelli e Guido Lombardo
mfr16_pijamose

Pijamose Roma è un gioco da tavolo in stile tutti contro tutti. Attraverso la leggerezza del coinvolgimento ludico, l’obiettivo è quello di sensibilizzare e creare una maggior consapevolezza riguardo al tema del degrado urbano romano, in particolare le aree abbandonate e in disuso della città che, se riqualificate, presentano un potenziale sociale e creativo per l’intera comunità urbana. I giocatori, impersonando e identificandosi in alcuni personaggi tipici della “fauna” romana, per poter vincere hanno lo scopo di riqualificare il più grande numero di territori abbandonati realmente presenti nella capitale. Strategie e situazioni caratteristiche della città, a volte tragicamente reali, a volte ironiche, caricate o immaginarie, sono la chiave per far riprendere vita ai territori.

______________________________________________________________________________________

SANITAPP
a cura di Marta Bologna, coordinata dal prof. Nicola Di Cosmo
mfr16_sanitapp

Si tratta di un’app che semplifica il modo di gestire la salute, eliminando attese di prenotazione e spostamenti inutili per il ritiro dei risultati. Inoltre permette di avere sempre a portata di mano l’archivio sanitario digitale, riducendo sprechi di carta.

______________________________________________________________________________________

MIRU
a cura di Federico Marabitti, coordinato dal prof. Paolo Parea
mfr_16_miru

Il progetto nasce dall’esigenza di raccontare una storia. Cercare di mantenere le distanze territoriali e avvicinare fino a fondere le distanze culturali, i principi e gli stili di vita diversi come quelli occidentali e orientali. Le differenze non devono essere un ostacolo o una barriera per la creatività anzi è cercando di fondere e cercare di trovare un punto di equilibrio il compito che spetta al creativo per creare l’originalità. Miru punta a tutto questo, toccando e rispettando più aspetti delle diverse culture per creare un lavoro
originale. Un progetto che punta a creare una linea di occhiali artigianali attraverso l’uso di tecnologie moderne.

______________________________________________________________________________________

VICINI CON UN SEGNO
a cura di Giulia Buccini, Sara Mazzalupi, Clara Vergari coordinati dal prof. Claudio Spuri, Alessandra Giacomelli e Mario Rullo

RUFA+MAKER-FAIRE-Foto-Catalogo

Gli studenti RUFA daranno vita a un progetto incentrato sul bene più prezioso di tutti: il calore umano, la solidarietà che nasce spontanea quando affrontiamo difficoltà inattese, specialmente se più grandi di tutti noi, come un terremoto. Ai partecipanti viene richiesto un coinvolgimento diretto che consiste nel decorare delle cartoline colorate dando libero sfogo alla propria creatività. L’intento dell’iniziativa è quello di creare un rapporto con le popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma, attraverso l’invio di cartoline piene di messaggi personali, disegnati o scritti a mano. Le persone che prenderanno parte a questo progetto avranno l’opportunità di scegliere tra i diversi materiali messi a disposizione e, una volta personalizzate, le cartoline verranno affisse su una parete dedicata, all’interno dello spazio espositivo.

Per questo progetto è possibile seguire l’evoluzione seguendo il profilo Instagram Viciniconunsegno o l’hashtag #rufamakers

______________________________________________________________________________________

PASSAPP – Handy Digtal Passport
a cura di Hysen Drogu, coordinato dal prof. Federico Parrella
timthumb

PASSAPP aiuta, guida e migliora la permanenza in aeroporto, dimezzando il tempo d’attesa del proprio volo. È un app intelligente capace di interfacciarsi con il sistema aeroportuale e gestire i flussi dei passeggeri mantenendo un altissimo livello di sicurezza. Grazie al riconoscimento da parte delle autorità internazionali sarà possibile utilizzare l’app come documento di riconoscimento digitale. Per configurarla sarà semplicemente necessario sincronizzare le informazioni attraverso la scansione del tag NFC del proprio passaporto o in assenza di questo sarà possibile inserire manualmente i dati identificativi del passeggero. Oltre ad aumentare la sicurezza all’interno dell’aeroporto, PASSAPP gestirà le file dei passeggeri in attesa, aiuterà quest’ultimi nell’orientarsi in aeroporto e trovare con facilità i servizi di cui hanno bisogno.

______________________________________________________________________________________

BIN progetto rifiuti
a cura di Eleonora Porena, coordinata dal prof. Massimiliano Dibitonto
mfr16_bin

Grazie a Bin è possibile sempre sapere come e dove riciclare correttamente un rifiuto. Basta entrare nella community, scoprire come riusare gli oggetti in modo originale e condividere le proprie creazioni con il resto del mondo. Bin App è un’applicazione per smartphone dedicata a coloro che desiderano differenziare correttamente i rifiuti e/o imparare a riusarli in modo creativo. Si possono così condividere informazioni e idee sul mondo del riuso e del riciclo, accumulando anche punti e facendo crescere il proprio personaggio.

#rufamakers