Arriva il Forum dei bibliofili affamati

Maria Pina Bentivenga tra gli editori coinvolti

Il 16 e il 17 ottobre Gubbio diventa il ritrovo internazionale degli artisti della stampa. Nella biblioteca Sperelliana comunale (via di Fonte Avellana, 8) si svolge il “Forum dei Bibliofoli affamati”, l’iniziativa che chiama a raccolta, sotto la direzione scientifica di Maria Gioia Tavoni e il coordinamento generale di Anna Buoninsegni e Barbara Sghiavetta, le forze editoriali disperse della microeditoria, per costruire una rete e accendere adeguati riflettori su questo microcosmo, fatto di passione e conoscenza. L’obiettivo del Forum è elaborare un manifesto, rivolto in particolare al mondo della politica e della comunicazione, contenente i principi di salvaguardia di un bisogno diffuso: dare senso e concretezza all’uomo artigiano, tutelare il buon lavoro fatto con arte, intelligenza e sapienza manuale, valorizzare il manufatto libro bello e ricolmo di conoscenza. Alla manifestazione prenderà parte anche la docente RUFA di Tecniche grafiche speciali Maria Pina Bentivenga, in qualità di editore di InSigna. Teatro, non casuale, della rassegna è il borgo di Gubbio, nel cuore dell’Umbria, scelto per le sue tradizioni artigiane, che sono materia di vita, ancora oggi. Ed è anche il luogo dove ha trovato casa una delle avventure editoriali più interessanti, quella del marchio Unaluna, fondato a Milano nel 1995 da Alessandro Sartori, al quale si era poi affiancato Fausto Olivieri, erede della tradizione tipografica del padre Ruggero. Al Forum parteciperanno editori, bibliofili, bibliotecari, giornalisti, politici, esperti, docenti, appassionatie molti giovani,“futuri bibliofili affamati” da formare al gusto del manufatto libro e nuovi operatori del settore, eredi di saperi e conoscenze che rischiano di andare perdute per sempre.