Aperto il bando per la realizzazione di un film di finzione collettivo ai tempi del Coronavirus

La direzione artistica del “Roma Creative Contest” ha presentato il progetto “Quarta Parete” che concerne la realizzazione di un film collettivo per mantenere alto lo stimolo creativo dei filmaker durante la quarantena da Covid-19. La sfida per i partecipanti è quella di realizzare, da casa e con i mezzi che hanno a disposizione, un cortometraggio di finzione dal taglio cinematografico della durata massima di 15 minuti.

I cortometraggi migliori saranno montati insieme e daranno vita a un film collettivo, che sarà presentato in anteprima alla decima edizione del “Roma Creative Contest”.

Ogni storia sarà collegata alle altre con dei link narrativi proposti nel bando che ogni concorrente dovrà girare, nei limiti delle sue possibilità, indipendentemente dalla sua specifica storia.

Il final cut sarà firmato dal montatore pluripremiato Marco Spoletini (“Dogman”, “Gomorra”, “Il racconto dei racconti”, “Pinocchio”, “Velocità massima”, “La terra dell’abbastanza”). L’obiettivo è quello di rappresentare, attraverso un’idea creativa, il momento di isolamento nelle sue diverse e molteplici sfaccettature.

Ogni storia potrà essere selezionata nella sua interezza o in una parte di essa. Ogni autore è libero di rappresentare qualsiasi tipo di storia e il Festival si occuperà di legarle tra loro attraverso degli elementi narrativi comuni a tutti che sfruttano come punto di contatto i muri e le finestre delle nostre case.

Per partecipare ogni filmaker dovrà seguire le linee guida e il regolamento che verranno costantemente aggiornati sul sito www.romacreativecontest.com dal quale è possibile scaricare anche le info di partecipazione. L’iscrizione al concorso è gratuita e la prima deadline per l’invio dei progetti è fissata al 30 Maggio 2020.