Chantal Rivera

Classe: 1994
Nazionalità: Italiana | Italian
Corso di laurea: Scenografia | Set Design

 
Dopo aver studiato lingue al liceo, ho intrapreso il sogno di poter studiare Scenografia. Il cinema e il teatro mi hanno sempre affascinato. Dopo gli insegnamenti dei vari professori alla Rufa, tra i quali Alessandro Vergoz, Stefania Conti e Alessandro Cremisini, al terzo anno di Università ho avuto l’occasione di fare Tirocinio al Teatro dell’Opera di Roma nel reparto di costruzioni e logistica sotto la guida di Enrico Sasso e Alessandro Nico. Questa esperienza mi ha insegnato molto e mi ha fatto amare anche l’Opera. Ho dovuto interrompere il tirocinio per dedicarmi alla tesi triennale. Avrei continuato molto volentieri su quella strada ma per strani eventi, dopo qualche esperienza come disegnatrice in studi scenografici, sono entrata in una produzione cinematografica come Runner, per poi diventare aiuto scenografo sulla serie tv Sky, Devils. Questa è stata l’opportunità che mi ha aiutato a crescere. Su questa serie ho conosciuto gente esperta che mi ha aiutato e tutt’ora mi insegna il mestiere. Dopo aver partecipato al film “Odio l’Estate” di Aldo, Giovanni e Giacomo come Assistente scenografa, ho continuato con questo ruolo su altri progetti come spot pubblicitari di Ferragamo, Valentino, Roger Vivier e ultimamente il film Rai “Carosone”. Ho voluto poi partire per il Canada per intraprendere questo mestiere dall’altra parte dell’Oceano. Causa covid sono dovuta tornare con la speranza di ritornare. Continuo tuttora a crescere e a imparare dai maestri di questo mestiere del backstage. Spero di lavorare in questo ambiente per tanto tempo. E’ un lavoro che ti fa sognare ogni. singolo. giorno.
 

Into a portkey. Allestimento teatrale per “Harry Potter and the Cursed Child”

Una saga di grande successo conosciuta in tutto il mondo, che, dai romanzi ai film, ha reinventato l’immaginario fantasy di milioni di bambini. La cultura britannica e la mitologia, il significato dei colori e della geometria, la numerologia e l’alchimia, sono tutti elementi che hanno contribuito a costruire le storie di Harry Potter. Obiettivo della tesi è allora quello di mettere in scena questo mondo così fortemente caratterizzato, dando vita a un ambiente fantastico attraverso l’invenzione di un meccanismo scenografico unico e di forte impatto visivo,

nel quale l’armonia straordinaria tra il pubblico e il palcoscenico non viene interrotta dalla chiusura del sipario. Sette sono le scene tematiche principali.