Cinzia Bomoll

Nel 1998 Einaudi Stile Libero pubblica un suo racconto nell’antologia “Ho qualcosa da dirvi” curata da Giulio Mozzi frutto di un concorso per racconti dal tema adolescenziale. Nel 1999 gira uno dei suoi primi cortrometraggi “Gara di resistenza” con Emidio Clementi del gruppo musicale underground Massimo Volume. Si laurea in Lettere all’università di Bologna e si trasferisce a Roma dove frequenta un corso di sceneggiatura della RAI, e la scuola di fiction Mediaset[1] e inizia a lavorare per la televisione come regista programmista poi regista e autrice alternando RAI, Mediaset e La7. È del 2006 il suo primo romanzo, un noir intitolato Lei che nelle foto non sorrideva (Fazi Editore) e del 2007 il suo primo lungometraggio Il segreto di Rahil che verrà distribuito in Stati Uniti e Canada. Nel 2010 gira il suo secondo film, il musical Balla con noi prodotto da Rai Cinema e Giannandrea Pecorelli e distribuito nelle sale nel maggio 2011. Sempre nel 2011 torna alla narrativa, pubblicando il romanzo Sessantanove, con Fazi Editore, un romanzo storico sentimentale ambientato nella Torino dell’Autunno caldo.