dal 27/02/2017 al 04/03/2017

Tipologia

  • Workshop

Consigliato per:

  • Cinema
  • Design
  • Fotografia
  • Graphic design
  • Multimedia
  • Pittura
  • Scenografia
  • Scultura

Workshop 2017, inizia la sessione

Aperte le iscrizioni. Inizia una nuova esperienza formativa. Ecco tutte le info

Al via le iscrizioni alla prima sessione di workshop RUFA 2017, che si svolge dal 27 febbraio al 4 marzo. Ancora una volta gli studenti hanno la possibilità di scegliere un ambito creativo da approfondire, apprendendone teoria e pratica e lavorando al fianco di grandi esperti e professionisti accreditati. Per il loro indiscusso valore didattico i workshop permettono agli studenti di acquisire crediti formativi. La partecipazione è consigliata, l’importante è completare l’iscrizione entro venerdì 10 febbraio.
Per iscriversi ai workshop compilare l’apposito FORM

Di seguito tutte le schede informative su ogni singolo workshop

Il Libro Illustrato
A cura di Lucia Sforza
Il presupposto di questo laboratorio è lo studio del progetto illustrativo e la sua realizzazione attraverso l’uso della Monotipia, sia pittorica che grafica, coadiuvata da tecniche miste. L’utilizzo di specifiche tecniche di realizzazione, quali la Monotipia, permette di approfondire la consapevolezza e la capacità critica degli strumenti grafici e pittorici usati. Le lezioni si articoleranno iniziando dalla presentazione dei diversi formati di libro, per poi introdurre le problematiche illustrative attraverso l’analisi del testo scelto, così da comprendere meglio il valore dell’immagine in relazione a “condizionamenti” precisi quali il contenuto della storia, l’età del lettore e le caratteristiche editoriali del prodotto libro.

SCHEDA WORKSHOP

Animazione 3D. Regole e tecniche di base dell’animazione 3D
A cura di Federico Tocchella
Un workshop molto utile per evidenziare le attitudini naturali di ogni studente nei confronti dell’animazione e per sviluppare uno spirito critico verso il proprio lavoro e quello degli altri. In poche ore verranno messi nella condizioni di saper utilizzare gli strumenti base di un software 3D per iniziare ad animare oggetti semplici. Nella prima fase del workshop ci si confronterà con quelle che sono le regole base dell’animazione: timing, spacing, squash and stretch, staging.
Ogni studente realizzerà un’animazione di circa 15 secondi mettendo in scena una sfera all’interno di un set, alla quale dovrà dare una vita e un’intenzione umana. Nell’ultima fase del workshop ci si concentrerà sullo studio di un personaggio complesso: gestione dei controlli del personaggio, studio delle pose (posing) e infine il ciclo di camminata (walk cycle).

SCHEDA WORKSHOP

Committente Vs Designer
A cura di Francesco Poroli e Paolo Buonaiuto
Il workshop si propone di mettere alla prova gli studenti con una serie di commissioni lavorative reali. Attraverso la proposta di alcuni brief realmente ricevuti da Francesco Poroli da parte di testate nazionali (L’Espresso, Il Venerdì, Panorama, Style) si cerca di far vivere agli studenti i tempi e le modalità di una commissione professionale. Dalla fase di sketch a quella dell’invio dei definitivi, passando per il rapporto con l’art director e la gestione dei tempi di lavoro: il percorso che fa un’immagine da quando prende vita l’idea a quando viene pubblicata. Si lavorerà almeno su due diverse tipologie di brief.

SCHEDA WORKSHOP

Transformers. Can I convey with my body language the thought of 36000 years of art?
A cura di Andrea Abbatangelo
Il workshop consiste nella realizzazione di un laboratorio multidisciplinare sulla documentazione dell’atto artistico: un processo che coinvolge linguaggi diversi e contigui. Gli ambiti principali che verranno trattati sono il metodo della scrittura visiva e sonora ed il contesto in cui si opera; in questa prospettiva, sarà interessante studiare la diffusione del Self-Publish, dalle motivazioni storiche ai principali casi internazionali, analizzando le tre fasi di realizzazione (ideazione, produzione ed edizione), attraverso sessioni di storytelling fino ad ottenere il dummy. Trasformers nasce da Fresh Widow – After Duchamp, la performance di Abbatangelo tenutasi alla Tate di Liverpool, che è stata parte del progetto didattico di Tate, Pompidou e MMK. Questa performance era basata su un’idea molto semplice, ma al tempo stesso radicale ed irreversibile, estratta dal libro Ray Bradbury: i personaggi della storia adempiono al compito di diventare delle biblioteche viventi in reazione all’editto dittatoriale di distruggere tutta la letteratura stampata in circolazione; diventano testimoni viventi per preservare la conoscenza alle generazioni successive. Transformers intende dunque raccontare gli ultimi 36000 anni di produzione artistica attraverso un progetto inedito realizzato dagli studenti RUFA. L’obiettivo consiste nel parlare del senso delle opere d’arte prodotte in questi 36 secoli tentando di andare oltre la presenza dell’opera in quanto oggetto fisico.

SCHEDA WORKSHOP

Typologia. Letterpress Workshop, tra sperimentazione visiva e tradizione tipografica
A cura di Maria Pina Bentivenga e Mario Rullo
Nel mondo della tipografia contemporanea il ritorno alla comprensione della composizione è sempre più urgente e necessario, non solo come recupero stilistico ma soprattutto come riaquisizione di potenzialità conoscitive e creative. Come avviene già da tempo nel mondo anglosassone e nordeuropeo, per molti giovani grafici il recupero della tradizione rappresenta l’importante anello di congiunzione tra la storia del progetto grafico e il visual design contemporaneo. Nell’era della rivoluzione digitale il riappropriarsi di capacità manuali e di linguaggi analogici costituisce un aspetto fondante nella professione del visual designer in grado di guidare il percorso progettuale e alimentare percorsi di autoproduzione.

SCHEDA WORKSHOP

Xilografia Policroma in residenza artistica presso Opificio della Rosa
A cura di Umberto Giovannini e Maria Pina Bentivenga
Questo workshop è progettato come percorso di approfondimento del mondo della xilografia policroma. Saranno affrontate le tecniche classiche cinquecentesche, la loro rielaborazione per opera dei grandi incisori dell’ultimo secolo fino alle tecniche messe a punto in vent’anni di ricerca e studio da Umberto Giovannini. Ogni giorno verrà approfondita una tecnica diversa: una parte storico-teorica sarà seguita dalla dimostrazione pratica del procedimento che, nello stesso giorno, ogni allievo utilizzerà per la realizzazione di un lavoro personale. Ogni allievo svilupperà progetti personali mettendo a frutto le tecniche apprese durante la prima parte del workshop, incoraggiato a sperimentare nuove possibilità.

SCHEDA WORKSHOP

Fotografia di paesaggio
A cura di Emiliano Vegliante
L’obiettivo di questi incontri è quello di far sì che gli studenti conoscano il mezzo fotografico e sappiano utilizzarlo al massimo delle sue possibilità. Verranno trattati i menù di configurazione delle reflex, si parlerà dei formati da utilizzare in ripresa e in uscita, dei materiali fotosensibili e dei loro rispettivi pregi e limiti, al fine di far sì che lo studente li conosca e li sappia volgere a proprio favore nella fase di ripresa. Particolare attenzione verrà posta al sensore digitale e alla sua architettura. I partecipanti avvicineranno la fotografia di paesaggio, conoscendone i maggiori esponenti; verranno loro illustrate le tecniche di ripresa e l’attrezzatura necessaria per la fotografia di paesaggio.

SCHEDA WORKSHOP

ISCRIVITI