Fotografia

Fotografia contemporanea e photobooks, ne parliamo con Laia Abril e Fiorenza Pinna

Lunedì 22 giugno, alle 18.30, la docente RUFA Fiorenza Pinna e l’artista Laia Abril si confronteranno, sull’account Instagram @rufa_university, sul tema Fotografia contemporanea e photobooks.
Laia Abril è una fotografa e artista spagnola. Ha collaborato con la rivista “Colors” e ha esposto le sue opere negli Stati Uniti, in Cina, in Svizzera, in Italia e altri paesi. Ha pubblicato i libri “The epilogue” (Dewi Lewis, 2014), “Tediousphilia” (Musée de l’Elysée 2014) “Lobismuller” (RM, 2016) e “On abortion” (Dewi Lewis 2017). Quest’ultimo rappresenta una sorta di pietra miliare: un’inchiesta multimediale sui rischi e le conseguenze dell’aborto illegale.

Muovendosi tra passato e presente Laia Abril bilancia superbamente il lato artistico e quello giornalistico in una narrazione precisa, meticolosa, non urlata che tra immagini, testimonianze e registrazioni audio va a illuminare le varie sfaccettature delle argomentazioni che affronta. Uno dei progetti sui quali ha lavorato per più tempo è “A History of Misogyny”, premiato, nel 2016 con l’”Arles-Prix de la photo Madame Figaro”. Alla stessa opera, nel 2018, è stato conferito il “Visionary Award”. Nel 2019 e nel 2020, a questo prestigioso elenco, si sono aggiunti il “Magnum Foundation” ed il “2020 FOAM Paul-Huf Award”.

Si definisce “un’artista multidisciplinare”, capace di far interagire i contenuti testuali con la fotografia, l’art video e il suono. In ogni suo lavoro dà forma e sostanza a una contaminazione tra arte e fotogiornalismo, in un percorso personale e intenso tra l’aderenza ai fatti, che rimane ineccepibile, e la potenza evocativa della narrazione che induce alla riflessione. Da qualche tempo ha concentrato i propri sforzi su un progetto artistico intitolato “On rape culture”.