Marco Taurino

Classe: 1995
Nazionalità: Italiana | Italian
Corso di laurea: Graphic Design

 
Consegue LT in graphic design e LM in visual & innovation design in RUFA dove progetta da weareable a campagne advertising a brand identity; vince Rufa prize for talent e premio MTV Rufa contest 2017. Tramite UX, interaction, service design, design thinking e strategico realizza che concept e strategia incentrata sull’utente a lungo termine valgono più di tutto. Approfondisce visual dinamici e crea l’identità dell’evento Solid Light a Roma in collab con Fendi sotto direzione di E.Cappelli. Segue una masterclass presso SVA con L.Talarico e S.Heller. Come tesi magistrale crea con Francesco Floris D’ECO, un mag indirizzato ai designer con contributo e approvazione da figure come R.Falcinelli, E.Vitale, A.Accatino e G.Allegri. Affina progettazione e gestione del lavoro come solista e in gruppi diretti da lui per aziende come Cristaltec e in team per FAO e WHO. Disegna con Intorno Design il brand di cosmetici Ganlife e getta le basi di una nuova identià generativa per Pordenone Design Week.
 

Adapta. Generative brand

Un tratto distintivo che risalti senza compromesso alcuno.

Per questo motivo l’identificazione di me come visual designer non può che avvenire per mezzo di un marchio dinamico che origina dall’iniziale del mio nome, una scelta volta a rappresentare il rapporto che mi impegno ad avere con il cliente come con il prossimo, un rapporto fondato sulla reciproca stima, ma soprattutto fiducia. La maggior parte dei professionisti utilizza come monogramma l’iniziale del proprio cognome, sintomo d’una formalità che genera un distacco tra gli interlocutori. La forma generale del marchio in questione sarà in ogni caso riconducibile a una M.