Caterina Tomeo

CATERINA TOMEO (1972) è storica dell’arte e affianca all’attività di ricerca una pratica critica e curatoriale. Si occupa di arte contemporanea con particolare interesse per l’interdisciplinarietà e le ricerche nell’ambito della media art e della sound art. Ha collaborato con la Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea e il Dipartimento di Arti e Scienze dello Spettacolo dell’Università “La Sapienza” di Roma, ideando seminari, rassegne e conferenze sulle arti arte elettroniche e digitali. Ha partecipato alla realizzazione di importanti pubblicazioni tra cui le prime Antologie sulla videoarte in Europa, Le Storie del Video, Le pratiche del video a cura della Prof. Valentina Valentini, e a cataloghi di artisti emergenti in collaborazione con Nero produzioni. Ha collaborato all’organizzazione di festival e rassegne tra cui il Festival Video a Taormina, Visibilità zero a Roma e Netmage a Bologna. Si è specializzata in Economia e Gestione dei Beni culturali, svolgendo attività di management e project financing per società finanziate dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. E’ stata Direttore di corsi di alta formazione professionale, tra cui il corso in Nuove tecniche di catalogazione multimediale, tenutosi presso il MACRO di Roma. Ha diretto dal 2008 al 2011 Arts Learning Institute, uno spazio per la promozione dei linguaggi artistici contemporanei che ha ospitato figure autoriali della scena internazionale tra cui Tomas Saraceno, Christopher O’Leary, Stefania Galegati, Marco Raparelli, Lol Coxhill, Mike Cooper, Elio Martusciello, Ossatura. E’ docente di Arte elettronica e digitale, Storia dell’Arte contemporanea, Digital video presso RUFA – Rome University of Fine Arts, dove è stata anche Responsabile Eventi e Comunicazione. E’ docente di Arts & New media, Tecnologia e Multimedialità, Management dell’arte nel Master in Economia e management dell’arte e dei beni culturali della Business School “Il Sole 24 Ore”. E’ co-director di SPRING ATTITUDE FESTIVAL. I suoi testi sono pubblicati su libri, cataloghi e riviste d’arte. Il suo libro Sound Art, Ascoltare è come vedere, è stato pubblicato da Castelvecchi editore a febbraio 2017.