Body Worlds, parte la Artists’ night

Appuntamento il 20 febbraio per la serata dedicata agli studenti Rufa

Tutto pronto per stasera. Appuntamento in via Tirso 14 alle 19:00 per la Artists’ night, un’intera notte dedicata agli studenti dell’accademia, nell’ambito della mostra BODY WORLDS – Il Ciclo della Vita grazie alla collaborazione con Winsor&Newton. Due i progetti in esposizione, Chrome anatomy, un lavoro collettivo a cura dei docenti Fabrizio Dell’Arno ed Emiliano Coletta e Anticorpi, un’iniziativa curata da Davide Dormino. Gli studenti di arti visive coinvolti si sono messi a lavoro nelle settimane passate, rimboccandosi le maniche per dar vita a delle creazioni che hanno come filo conduttore il corpo nelle sue diverse sfaccettature: dal concetto fisico di anatomia umana a quello più immateriale di anticorpi, frutto di una riflessione che i giovani artisti hanno elaborato e in seguito trasferito sulla materia. Il risultato sono due progetti simili per punti di partenza ma con esiti molto diversi. Il primo, Chrome anatomy, si presenta come un’installazione corale, un unico blocco che raggruppa diverse anime e punti di vista. Ogni scatola da cui è composta l’installazione è stata lavorata minuziosamente, trasformata e cambiata d’aspetto, fino a diventare supporto e contenitore di opere. Le casse, come piccole wunderkammer, raccolgono oggetti di vario tipo, sculture in miniatura che riproducono parti anatomiche e disegni che sembrano frutto di ricerche scientifiche elaborate. Anticorpi invece è il titolo che identifica le creazioni di sei giovani studenti di scultura, creazioni che, nonostante il titolo, sembrano fatte di una matericità più palpabile. Ogni opera, con ingegno, cerca di contrastare l’inevitabile deterioramento del corpo umano, eternandolo nell’immortale gesto artistico.