Didattica

NONE collective ha presentato una nuova installazione immersiva all’aeroporto di Roma

L’opera degli artisti e docenti RUFA, dal titolo “The Human Cloud” è stata esposta mercoledì

Il collettivo artistico NONE, composto dai docenti RUFA di exhibit design Gregorio De Luca Comandini, Mauro Pace e Saverio Villirillo, ha presentato mercoledì 21 dicembre all’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino “The Human Cloud”, installazione immersiva site-specific che apre la nuova Area Imbarco Internazionale. Per un giorno il visitatore ha attraversato la storia dell’Aeroporto di Roma in un racconto immersivo, a partire dalle icone che hanno viaggiato sul salotto volante della dolce vita, fino agli imponenti lavori di realizzazione della nuova Area Imbarchi E, passando per i volti e le mani delle migliaia di persone che oggi lavorano e formano il microcosmo dell’aeroporto: questa è stata “The Human Cloud”.

Dopo aver realizzato Universo Elegante – l’Italian Pavilion del 69th Cannes Film Festival – il collettivo artistico pensa alla più grande opera che abbia creato finora: uno storytelling esperienziale sviluppato su una scenografia multimediale immersiva, sospesa come una nuvola luminosa, composta da 700 mq di tessuto bianco, videoproiezioni ambientali, immagini fuori scala fluttuanti su 58 mq di ledwall e riflesse su pareti specchianti, 8 lightbox interattivi con le immagini dell’archivio storico di ADR. “The Human Cloud” indaga il rapporto uomo-macchina partendo dall’attitudine dell’essere umano a creare connessioni, a fare “sistema”. La ricerca di NONE inizia dalle origini dei sistemi d’informazione, di scambio merci, di trasporto, per arrivare all’analisi di similitudini tra umano e artificiale, dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, dai bit alle infrastrutture, dai singoli individui alle masse, fino alla rete di connessione fisica e virtuale che avvicina, accomuna, esplora e condivide.