Didattica

Olivetti Design Contest 2017, vince RUFA

Primo e terzo posto per i nostri ragazzi. La premiazione sarà il 23 maggio alla sede Tim

Dopo il successo dello scorso anno (secondo posto e menzione d’onore) l’Accademia nell’edizione 2017 riesce a conquistare il podio del prestigioso premio con il primo e il terzo posto!
Per il secondo anno consecutivo RUFA vince all’Olivetti Design Contest, il concorso d’eccellenza riservato agli studenti di alcuni fra i più prestigiosi Istituti universitari europei.
Quest’anno le 11 università coinvolte sono state: Birmingham City University – Faculty of Arts, Design and Media; Domus Academy; EASD Escola d’Art i Superior de Disseny de València; ESAD College of Art and Design; IED Design Milano; IED Roma; IED Cagliari; NABA; Politecnico di Torino – Dipartimento di Architettura e Design (DAD); RUFA (Rome University of Fine Arts); Vilnius Academy of Arts IAAD – Istituto d’Arte Applicata e Design)
Primo classificato è il gruppo composto da Carlo Angrisani, Alessandro Consigli, Francesco Di Martino e Andrea Di Santo, con il telefono business “One”.
Terzo classificato è il gruppo composto da Gino Pisano, Quiuxuan Wen e Zengjie Zheng, con il telefono business “Mirror”.

Grazie a questa duplice vittoria Rufa ha ricevuto importanti attestati di stima professionale: non solo sono state superate le Accademie più prestigiose di altri Paesi europei, ma è stato anche ricevuto il voto più alto come Università nella prima fase del concorso, con ben 6 progetti finalisti su 8 presentati.
Come anche lo scorso anno le proposte progettuali sono state elaborate nell’ambito del corso di Product Design tenuto dall’arch. Floriana Cannatelli ed in particolare quest’anno, grazie al sostegno della Direzione dell’Accademia che ha creduto sin dall’inizio in questa impresa, è stato possibile concretizzare un efficace lavoro di squadra.
Ciò ha consentito il verificarsi di una particolare sinergia fra l’impegno e l’entusiasmo degli studenti ed un coeso e qualificato team di professionisti che li ha seguiti e coordinati, pur con tempistiche molto strette.
Il team dei docenti è composto da:
Floriana Cannatelli (Product design); Ely Rozenberg (Metodologia della progettazione); Felice Patacca (Modellazione); Alessio Cremisini (Modellazione digitale); Alessandro Gori (Sketching). Il loro lavoro è stato supportato dall’Ufficio comunicazione RUFA, in particolare da Guido Lombardo, Giampiero Donno ed Eleonora Cerri Pecorella.

E’ decisamente una soddisfazione per tutta la community RUFA quella di aver convinto una giuria così autorevole, presieduta da Luca Cordero di Montezemolo e composta da Silvana Annicchiarico, direttrice Triennale Design Museum; Emanuele Cappelli, designer; Elisabetta Colacchia, Head of CEO Staff Tim; Luciano Galimberti presidente ADI – Associazione per il Disegno Industriale; Andrea Granelli, presidente Associazione Archivio Storico Olivetti; Luca Josi, Senior Vice President Brand Strategy & Media Tim; Alberto Meomartini, Presidente Museimpresa; Federica Moroni, Vice President Institutional and External Relations Olivetti; Gerard Pogorel, Professore di Economia e Management Emeritus presso ENST Telecom Paris Tech.

PROGETTI

ONE

Oltre ad essere un telefono business è un sofisticato e modernissimo dispositivo di comunicazione e controllo. Prodotto fortemente iconico. Leggero e sottile, la versatilità è il suo carattere distintivo: in un unico apparecchio full optional ritroviamo le peculiarità di notebook, di tablet, di uno smartphone e di telefono fisso. Sfiorando e toccando il display One offre una vasta gamma di possibilità: si spazia dalla lista dei contatti alla tastiera touch screen per controllare le email, allo spazio dedicato alla musica e ai video…dalla videochiamata alla domotica per il controllo dei principali dispositivi dell’ufficio (scenari di luce, sistemi di oscuramento, allarme, temperatura, umidità, ecc). Il Display è estraibile, posizionabile in verticale per la videochiamata, o utilizzabile a distanza, nella funzione tablet, ed è provvisto di un pennino estraibile alloggiato sul lato del telefono. Il ricevitore, posto al centro, a filo della scocca superiore, si estrae mediante un tasto a scomparsa push-up. Una barra touchscreen, che si retroillumina quando è utilizzata, costituisce un’interfaccia veloce per l’accesso rapido a una varietà di programmi e di comandi abbreviati.
E’ disponibile la funzione assistente vocale “Olivia” per accedere in modo rapido a tutte le funzioni.

MIRROR
Telefono business che coniuga design compatto ed elegante ad innovazione tecnologica.
Il corpo principale è composto da uno schermo multi-touch (7″), estraibile, unito alla struttura da un giunto pieghevole rivestito in materiale elastomerico. Questo giunto flessibile, presente anche nel ricevitore, rappresenta il tratto distintivo del progetto, consentendo la massima versatilità d’uso.
Una camera da 12 Mega Pixel è inserita direttamente nel ricevitore mobile per rendere possibile le videochiamate anche da remoto.
Dotato di barra touchscreen per l’accesso rapido ad una serie di comandi e di dispositivi per la domotica.
Sotto il display è posizionata la tastiera retroilluminata a tecnologia LED che permette all’utente la massima personalizzazione del layout grazie all’APP dedicata.
Il dispositivo consente non solo la ricarica del cellulare ma anche il trasferimento dati da cellulare a telefono fisso.

Complimenti ai ragazzi e ai docenti che li hanno seguiti da parte di tutta l’Accademia.
Siete stati grandi!
La cerimonia di presentazione dei progetti vincitori è prevista il 23 maggio alle 16.30 nella sede Tim di Roma, in corso Vittorio Emanuele II, 208.