from 24.05.2014 to 14.06.2014
Viterbo

Event type

  • Concorsi

Featured for:

  • Scultura

Studente RUFA vince Biennale di Viterbo

Sorry, this entry is only available in Italian.

HASAN ISGANDAROV VINCE PREMIO “ACCADEMIE”

Abbiamo il piacere di comunicare che Hasan Isgandarov, studente RUFA del corso di scultura, ha vinto il 3° premio “Accademie” della Biennale Creativa di Viterbo 2014, con la scultura in ferro “The choise”.

La rassegna Biennale d’arte internazionale, promossa da APAI – Associazione per la Promozione delle Arti in Italia , a cura di Laura Lucibello (presidente) e Giovanna Caterina De Feo (direttore artistico), è stata realizzata grazie al contributo della Diocesi di Viterbo, Fondazione Carivit, CNA Viterbo e Civitavecchia, Camera di Commercio di Viterbo, Fondazione Maimeri, Nero Graphite Belle Arti, e con il Patrocinio di Regione Lazio, Università della Tuscia, Città e Provincia di Viterbo, ABAV.

Un ricco programma di incontri e dibattiti sull’arte e non solo ha accompagnato lo svolgersi di questa edizione 2014.

Quasi un centinaio di artisti hanno coinvolto l’intera città, esponendo in sei diverse sedi istituzionali idealmente collegate; due i percorsi che si intersecano e si muovono in parallelo su differenti fronti, contribuendo a codificare le opere e gli autori, mettendoli in relazione a seconda dei diversi modi espressivi.

Il primo percorso è contrassegnato dal tema, di forte attualità sociale, del doversi districare tra labirinti e specchi nel percorso al buio della vita quotidiana.
Si intitola: “Percorso al buio tra labirinti e specchi. Non sempre tutto ciò che appare è, non sempre tutto ciò che è appare”, che vuole essere un viaggio all’insegna della scoperta dei sensi e delle leggi che li governano, un vero labirinto tra gli inganni della mente che riflettono e scoprono realtà parallele che audaci ricercatori cercano di liberare per metterle al servizio di tutti coloro che desiderano approcciarsi alla vita con occhio diverso, più intenso, e sensibile.
Questo primo percorso si svolge nelle sedi del Museo della Ceramica – Palazzo Brugiotti, nella Loggia di San Tommaso, nel Museo del Colle del Duomo, nella Sala Alessandro IV del Palazzo dei Papi, nell’ex Chiesa di San Salvatore e nel Museo dei Facchini di Santa Rosa.
Meno “labirintico è il secondo percorso, che si svolge tutto nel palazzo dei Papi, nella Sala Alessandro IV e nella sala del sottosuolo, e si intitola: “Nel profondo: bianco come l’alba, nero come la notte.

La mostra sarà aperta fino al 14 giugno.

Photo gallery