Fine arts

Pittura e arti visive

Federica Di Pietrantonio, premio speciale al TALENTPRIZE 2020

La fondazione “Cultura e Arte”, nell’ambito dell’edizione 2020 di “TALENTPRIZE”, ha assegnato un premio Speciale, quale migliore artista emergente, alla laureata RUFA Federica Di Pietrantonio. Un’affermazione quanto mai rilevante che rende merito al lavoro, prima formativo e poi pratico, profuso da Federica nel particolare cammino di sperimentazione fino a ora intrapreso.

Il conferimento dell’importante riconoscimento è avvenuto grazie alla presentazione dell’opera pittorica “Does the body know”. Non solo una raffigurazione, ma una esposizione concettuale che si concentra sulle relazioni e sui processi nati attraverso realtà simulate e/o virtuali, piattaforme social e videogiochi. L’opera nasce dal videogioco “Grand Theft Auto V”. L’esperienza virtuale, che dallo screenshot si sposta al disegno digitale e alla pittura, è un pretesto per ripercorrere una memoria individuale offrendola come collettiva. Il corpo è un dispositivo di riconoscimento, di immedesimazione in sé e nei propri alter ego virtuali; un dispositivo non più in grado di definirsi stabilmente, ma coinvolto in un processo continuativo di creazione e distruzione. La parte gaming confina l’area in cui si sviluppa il processo artistico, all’interno del quale la standardizzazione della personalità e l’illusione della propria individualità trovano posto, libere da ogni forma di relazione e interazione. La traduzione dalla virtualità del gioco alla realtà della tela è una sorta di illusione, un’oasi di benessere in cui perdersi.

Ad attribuire il premio a Federica Di Pietrantonio una giuria composta da Ludovico Pratesi, curatore e critico d’arte, Federica Pirani, storica dell’arte e responsabile della programmazione mostre della Sovrintendenza capitolina, Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Ermanno Casoli, Anna d’Amelio Carbone, direttrice della Fondazione Memmo Arte Contemporanea, Guido Talarico, direttore ed editore di Inside Art, Anna Mattirolo, Delegato alla ricerca e ai progetti culturali speciali Scuderie del Quirinale, Peter Benson Miller, Direttore dei rapporti istituzionali e internazionali della Quadriennale di Roma, Gianluca Marziani, curatore e critico d’arte, Cesare Pietroiusti, Presidente Palaexpo, Chiara Parisi, direttrice Centre Pompidou-Metz, Roberta Tenconi, curatrice Pirelli Hangar Bicocca Milano e Luca Lo Pinto, Direttore del MACRO. Al vincitore, ai finalisti e ai premi speciali sarà dedicata una mostra e un approfondimento sul magazine Inside Art, in uscita nel mese di novembre.