LIBRO CATERINA TOMEO ELETTRONICA DONNA

Multimedia arts and design

L’elettronica è donna

IL 19 maggio alle 18.30 presso la Libreria Auditorium Notebook sarà presentato “L’ELETTRONICA È DONNA”, il nuovo libro a cura di Caterina Tomeo, coordinatrice della laurea magistrale in Multimedia Arts and Design, e Claudia Attimonelli.

Un volume che esplora la galassia dei linguaggi elettronici sonori e visuali in ottica Transfemminista, Queer e postumana.

 

Sinossi

«Essere molto precise sulla storia delle idee e sulla specifica creatività, originalità e importanza del pensiero delle altre donne è già una tra le pratiche del Femminismo», così si esprimeva Donna Haraway nel suo celebre Manifesto Cyborg: è nel solco delle sue riflessioni che questo libro propone una ricostruzione corale, composita e trasversale dell’importanza dei contributi femminili, dimenticati dalla storiografia in quasi due secoli di sperimentazioni tecnologiche, artistiche e musicali. Diviso per sezioni il volume delinea un viaggio reale e virtuale che spazia dall’invenzione dei primi algoritmi alla pratica del djing, dalla live performance alla videoarte, dalle installazioni multimediali alla sonic art, dall’intelligenza artificiale alla musica techno, elettroacustica e sperimentale segnati dal fattore femminile e LGBTQI+. Gli stessi contributi, fedeli allo spirito transdisciplinare e intersezionale, provengono da autrici che riflettono, praticano, studiano e operano al confine dei linguaggi elettronici contemporanei.

Caterina Tomeo

Storica dell’arte, critica e curatrice, si occupa di arte contemporanea con particolare interesse per la interdisciplinarietà e le ricerche nell’ambito della New Media Art e delle Sonic Arts. È coordinatrice del Master di Multimedia Arts and Design presso RUFA. Insegna nel master di Sonic Arts presso la Facoltà di Ingegneria elettronica dell’Università degli studi Tor Vergata, nel master di Economia e Management dell’Arte e della Cultura della Business School Sole 24 Ore e in quello di Management dell’Arte e dei Beni Culturali di Giunti Academy. Tra le pubblicazioni con Castelvecchi: Sound Art. Ascoltare è come vedere (2017) e Sonic Arts. Tra esperienza percettiva e ascolto attivo (2019).

Claudia Attimonelli

Sociosemiologa, insegna all’Università Aldo Moro di Bari ed è visiting professor all’Université Paul-Valéry di Montpellier e all’Università Uerj di Rio de Janeiro. É Responsabile del progetto MEM (Mediateca Emeroteca Musicale). Specialista di techno e afrofuturismo, declina i suoi interessi su corporeità, postumano, studi di genere e culture elettroniche. Autrice di numerosi libri tradotti in diverse lingue, tra cui: Techno. Ritmi afrofuturisti (2008-2018), Pornocultura (con V. Susca 2016); Estetica del malessere. Il nero, il punk, il teschio (2020); Un oscuro riflettere. Black Mirror e laurora digitale (con V. Susca 2020).