Carmine Lautieri

Classe: 1996
Nazionalità: Italiana | Italian
Corso di laurea: Cinema

 
Mi chiamo Carmine Lautieri. Sono nato il 24 giugno 1996 a Capua. Sono cresciuto nel mio piccolo paesino in provincia di Caserta, tra un calcio ad un pallone e le scorribande con i miei amici. A nove anni vidi per la prima volta Kill Bill di Quentin Tarantino e ne rimasi talmente affascinato che qualcosa si accese dentro me, una scintilla che per anni è rimasta flebile ma che mi ha sempre dato modo di vedere oltre ogni volta che guardavo un film. Questa scintilla è diventata un fuoco di curiosità! Ogni volta che vedevo un film iniziavo subito una sfrenata ricerca sul regista, sul cast e sul backstage. All’età di 12 anni presi in mano una vecchissima JVC a mini VHS e me andavo in giro a filmare situazioni e scenette improvvisate con i miei amici. Negli anni ho capito che questa mia fiamma andava alimentata affinché non si spegnesse! Così, dopo il liceo, mi sono iscritto alla RUFA. Qui ho conosciuto docenti, colleghi e persone stupende che oggi mi hanno reso quello che sono e ai quali dico grazie per avermi arricchito umanamente e formato professionalmente.
 

La commedia nel cinema italiano. Le tre ere della risata italiana

 

Le origini nella maschera affamata di Pulcinella, la commedia all’italiana attraverso il corpo comico di Totò e quello camaleontico di Alberto Sordi. La nuova comicità meridionale e sentimentale di Massimo Troisi e quella nuovissima e sfacciata di Checco Zalone, passando per la satira condominiale di Luciano De Crescenzo, quella familiare di Mario Monicelli e quella sociale di Antonio Albanese. La commedia non è altro che un ingrandimento della quotidianità, uno zoom sulla vita di tutti i giorni.

Ovunque ci giriamo c’è una storia da raccontare, un episodio da vivere e dilatare tirandone fuori tutte le sfaccettature possibili, caratterizzando tutti i personaggi, i loro obiettivi e i loro difetti che sono il nutrimento di ogni storia.