PEOPLE GEOMETRY

Sorry, this entry is only available in Italian.

“Ma sedendo e mirando, interminati spazi di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo”, così descriveva l’infinito Leopardi nella sua più celebre composizione. Allo stesso modo le proiezioni ortogonali dall’infinito si trasformano in segno grafico, dando così vita ad oggetti di uso quotidiano. Dall’infinito del significante, alla concretezza del significato.

I ANNO

Disegno tecnico

DOCENTI

Alessandro Gori

STUDENTI