La mostra di Gianna Bentivenga

Disegni e incisioni, dal 13 novembre all’associazione culturale Atelier

Venerdì 13 novembre inaugura la mostra di Gianna Bentivenga dal titolo “Muta” all’associazione culturale Atelier in via Panisperna a Roma. Il progetto, a cura di Ljuba Jovicevic e Ana Laznibat, è una raccolta di disegni e incisioni. ”Nell’alternarsi delle forme tipicamente sospese dell’artista – scrive Luca Arnaudo in un testo critico – a metà tra il biotico e il tellurico, sempre e comunque metamorche si rinviene in eetti per costante spirituale un anelito al raccoglimento, la traccia visiva di un’introspezione volta a porre le distanze dal mondo, dalle sue distrazioni e distruzioni, mentre ci si concentra in un’autonoma creazione”.
Sulla carta, questa tensione introversa alla generazione prende alle volte le sembianze oscure di processi di sviluppo irrisolti – continua Arnaudo – un titolo ricorrente è non a caso Disecdisi, ovvero un’alterazione patologica della muta dei rettili. Più spesso, tuttavia, s’intende tra i segni grassi della grate o la liquidità delle acquaforti un distendersi di quella nervosità e inquietudine che, come già rilevato dalla critica, distinguevano le precedenti esposizioni dell’artista. Le immagini, qui, si fanno piuttosto nodo, involucro, bozzolo, tutti elementi accomunati da uno stringere e racchiudere reparatori di un’evoluzione, come a indicare l’incentrarsi dell’intero progetto espositivo su ciò che propriamente si raccoglie per mutare”. La mostra è visibile fino al 29 novembre, dal giovedì al sabato, dalle 18 alle 20 (in alternativa su appuntamento).