Il collettivo None firma il progetto dell’Italian Pavilion al Festival di Cannes

Gli artisti, docenti RUFA, hanno realizzato un’esperienza immersiva tra i grandi protagonisti del cinema italiano

Il collettivo artistico None, composto dagli artisti e docenti RUFA Gregorio De Luca Comandini, Mauro Pace e Saverio Villirillo, ha firmato il progetto dell’Italian Pavillon del 69th Festival di Cannes, in programma dall’11 al 22 maggio. L’intera architettura del Pavilion celebra l’Universo del Cinema italiano omaggiandolo con le icone e le scene più famose ed eleganti del firmamento cinematografico, da cui il padiglione prende il nome: “Universo elegante”. Le leggi dell’universo si specchiano in quello del cinema Italiano attraverso 7500 nastri di tessuto bianco sospesi dall’alto in un flusso di immagini e luci, in continuo movimento. L’intero progetto, dalla struttura architettonica alla comunicazione integrata, prende ispirazione dalla Teoria delle stringhe, secondo la quale l’universo non sarebbe composto semplicemente da atomi bensì da filamenti di energia simili a nastri. Questa visione armonica ed elegante della natura viene metaforicamente accomunata all’universo cinematografico, le cui stringhe non sono altro che le pellicole dei film. Il risultato è sorprendente: fin dall’ingresso, il visitatore viene travolto da un’onda di immagini, illuminate dalla luce che anima le pellicole dei film. L’installazione cinetica al suo interno regala allo spettatore un’esperienza immersiva, avvolgendolo all’interno di un organismo che si muove al ritmo del suo respiro.
La scelta dei titoli illuminati è molto ricca, si va dai momenti indelebili di Rossellini, Visconti e De Sica, e film che a Cannes si imposero come “L’avventura” di Antonioni o “La dolce vita”, passando per i maestri Scola, Monicelli e Risi, fino ad arrivare agli exploit più diversi, dagli Oscar di Tornatore e Salvatores, agli Orsi di “Cesare deve morire” e “Fuocoammare”, alle “Meraviglie” di Alice Rohrwacher, e continuando con autori come Bertolucci, Moretti, Emanuele Crialese, Pietro Marcello, Paolo Genovese, Laura Morante, per finire con due registi molto amati come Bellocchio e Virzì, che rappresentano l’Italia in questa Cannes. Info: www.none.business